E’ uscita recentemente l’ultima versione del software Blender, forse il più noto software gratuito per modellazione 3D, animazione e non solo. Vediamo rapidamente 5 motivi per cui, secondo noi, vale la pena tenerlo in considerazione, non solo per chi è alle prime armi, ma anche per i professionisti.

https://youtu.be/Gf2cLRdfbT8

Nuova Interfaccia

Uno dei punti deboli delle versioni precedenti e che frenava molti utenti nell’uso di questo software era l’interfaccia ostica e poco intuitiva, a volte con comandi completamente diversi da tutti gli altri software simili.

In questa versione, l’interfaccia è stata rinnovata, diventando molto semplice e ordinata, in linea con gli altri software standard del settore.
Questo garantisce una facile transizione per chi già utilizza altri software (è possibile ad esempio settare gli stessi comandi da tastiera di Maya e 3Ds Max), ma anche per chi deve imparare da zero.


FREE e OPEN SOURCE

Blender è completamente free e open source, pur essendo molto potente. Non immaginate quei software che hanno la versione gratuita limitata a poche funzioni, perché con Blender potete davvero fare di tutto senza problemi di licenze costose o abbonamenti. In più essendo un software open source garantisce una quantità di fonti e risorse davvero ampia, sia per imparare, sia per quanto riguarda il supporto.


Ambiente completo

Blender è un software completo perché permette di attraversare tutte le fasi della produzione senza dovere per forza usare altri programmi.
E’ possibile fare modellazione, animazione, sculpting, texture painting, simulazioni fisiche e integra anche un ambiente di compositing per gli effetti speciali, di editing video multitraccia e addirittura di disegno 2D, oltre che di scripting.


Grease Pencil

E’ un innovativo sistema di disegno e animazione bidimensionale, quindi 2D, che è stato introdotto in questa ultima versione e che permette di usare l’ambiente di Blender per disegno vettoriale animato. Permette però di mischiare i due mondi e quindi inserire anche elementi 3D e creare contenuti misti con un sistema versatile e di grande impatto.


Rendering in Tempo Reale

Sempre in questa nuova versione è stato inaugurato il nuovo motore di rendering EEVEE, che permette di effettuare rendering di alta qualità in tempo reale.
Questo significa ovviamente poter velocizzare moltissimo il lavoro, ridurre i tempi di attesa e soprattutto permettendo di ampliare il proprio lavoro a quelle operazioni, come l’animazione, che sarebbero estremamente pesanti e richiederebbero hardware di alto livello. Oppure lavori in cui la componente di velocità è importante, nel caso per esempio di una consegne urgenti.
Il sistema è fatto in modo che una scena possa essere renderizzate sia in EEVEE sia nel motore di rendering tradizionale “Cycle“, senza la necessità di reimpostare parametri come luci e materiali e quindi avere una grandissima fluidità del lavoro.


Questi erano i 5 motivi principali che abbiamo individuato, ma è importante sottolineare ancora alcuni aspetti.


Molti utenti non iniziano a usare Blender perché non è considerato ad oggi uno standard del settore. Viste le ultime novità però la situazione potrebbe cambiare nel giro di qualche tempo, non solo perché il software ha portato delle vere innovazioni, ma anche perché qualcosa si sta già muovendo: ha ricevuto recentemente fondi direttamente dalla Epic Games, e Ubisoft si è unita alla Blender Foundation’s Development Fund, oltre ad aver annunciato che inizierà ad utilizzare il software all’interno delle proprie produzioni.

Inoltre, stanno uscendo sempre più contenuti e produzioni anche di alto livello realizzate interamente con Blender, come il film Netflix NEXTGEN, serie tv che lo usano per gli effetti speciali, ma anche videoclip musicali e spot.

Se vi interessa lavorare in questo ambito, vi consigliamo di darci un’occhiata perché ne vale la pena!


Guarda i nostri video:

Ascolta i nostri podcast:


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!