Tecnologia e libri: due mondi che sembrano perennemente in contrasto tra loro, ma in realtà non è così. Anzi la tecnologia può venirci in aiuto in diversi modi, come ad esempio la gestione della nostra libreria, sia essa virtuale o fisica.


Nel mio caso ho sentito il bisogno di tenere traccia dei libri della mia libreria. Personalmente, tendo a leggere molto su carta, ma anche su e-reader e spesso mi capita di non ricordarmi quali libri possiedo in cartaceo e quali li ho solo letti come ebook.
Mi sono trovata davanti a una bancarella di libri usati senza ricordare se possedevo o meno quei libri cartacei, da qui ho iniziato a cercare qualcosa che mi aiutasse.
Da amante della tecnologia però volevo qualcosa che fosse aggiornabile facilmente e soprattutto da avere sempre con me, quindi ho escluso liste cartacee.
Ho pensato a un file su Google Drive, ma graficamente non risulterebbe bellissimo e se aggiungessi le copertine manualmente perderei molto tempo.
Ho quindi cercato alcune app che possano essere utili a lettori come me e oggi le vediamo insieme.

In generale gli scopi principali di questo tipo di app sono: tenere traccia dei libri che si leggono, creare liste dei desideri e creare una vera e propria libreria dei libri che si possiedono.

Ho provato diverse App, ma quella che considero migliore è:

My Library App

My Library: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.vgm.mylibrary&hl=it

E’ un’applicazione gratuita che consente di avere la propria libreria sempre a portata di mano.
Permette di inserire i libri inquadrandone il codice a barre tramite la fotocamere dal dispositivo in uso, cosa che è molto più comoda di dover scrivere i numeri manualmente e motivo per il quale secondo me questa app vince sulle colleghe senza questa funzione.
Permette di ordinare la libreria per titolo, autore, categoria, genere, etc. Permette di stilare una lista di libri letti, ma anche di quelli che si vogliono leggere in futuro.
Una cosa molto comoda è la possibilità di esportare la propria libreria. L’app infatti permette anche di esportare la propria libreria in un file Excel da salvare sul telefono, oppure con caricamento automatico su Google Drive e Dropbox.


BookCherry

Ma soluzioni interessanti ne esistono davvero moltissime. Il consiglio che posso darvi è di andare sullo store del vostro sistema e provarne qualcuno per trovare quella più adatta alle vostre esigenze.


Cercando io ho trovato anche un’app italiana che si chiama BookCherry.
Ha quattro sezioni principali in cui possiamo dividere o organizzare i libri: Da Comprare, Da Leggere, In Lettura, Letti.
Prevede un sistema di tag per cui è possibile organizzare la libreria digitale per categorie.
E’ gratis e senza pubblicità. Lo consiglio a chi vuole tenere traccia delle letture o dei libri che vuole comprare. E’ fatta davvero bene, anche se nel mio specifico caso soffro la mancanza di un lettore di ISBN automatico e la possibilità di avere anche una quinta sezione sui libri che possiedo.


Esistono anche diversi siti e social network legati al mondo dei libri, che sono interessanti sia per avere una libreria virtuale, sia per poter scambiare recensioni e opinioni con altri lettori e, non ultimo, potersi scambiare i libri che magari piacciono meno o sappiamo che non rileggeremo dandogli nuova vita fra le mani di qualcun altro. E’ anche un modo per risparmiare molto scambiando invece che comprando.


Guarda i nostri video:

Ascolta i nostri podcast:


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!