Capita, soprattutto a chi è all’inizio, di trovarsi a dover girare un video ma di non avere strumenti che lo rendano di qualità.
Cosa fare in questi casi? Vediamo alcuni trucchetti utili per migliorare un video con ciò che abbiamo a disposizione.


Luce Naturale

La luce è fondamentale per un video di qualità, ma ipotizziamo di dover fare delle riprese e non avere luci professionali a disposizione. Cosa possiamo fare?
Innanzitutto ricordiamoci che la luce naturale, nella maggior parte dei casi, è la migliore da utilizzare.
Per fare questo è importante sfruttare la luce che proviene dall’esterno quindi sfruttare le finestre come dei veri e propri punti luce.
Se dobbiamo riprendere qualcuno quindi la situazione migliore è quella in cui lo rivolgiamo verso la finestra, in modo che il volto sia ben illuminato.


Possiamo però anche sfruttare la luce riflessa, banalmente posizionando il soggetto contro un muro bianco che si trovi dalla parte opposta rispetto alla fonte luminosa. Se poi abbiamo a disposizione dei semplici pannelli di polistirolo, o altri materiali bianchi riflettenti, possiamo utilizzarli in diverse situazioni, come ad esempio in esterni per ridurre le ombre sul volto soggetto.


Luce Artificiale

Se non abbiamo a disposizione una bella giornata o è già buio, possiamo usare le lampade che abbiamo in casa, le abat-bajour da comodino o le lampade da scrivania. Se usate bene, spesso possono sorprendere.
Ma attenzione! E’ importante che la temperatura colore sia la stessa, perciò se quella che scegliamo è una luce calda, anche quelle aggiuntive devono avere lo stesso tipo di luce e non virare invece al freddo perchè mischiarle, senza esserne capici, porta a un risultato sgradevole e difficilmente recuperabile in post-produzione.


Simulare Ombre

A volte, basta davvero poco per rendere una scena anche molto semplice, di sicuro effetto. Ad esempio, possiamo creare ombre articiali, sempliciemente
ritagliano delle forme su carta o cartocnino, come degli stencil, e applicarli di fronte ad una luce. In questomodo modo possiamo simulare, piante, alberi, o altri elementi fuori campo come una finestra dalla qaule filtra la luce tramite una veneziana, ecc.


Carrellate

Servirebbe fare una carrellata ma hai solo il cavalletto a disposizione?
A discapito di quanto si possa pensare, se il pavimento è liscio (ovviamente vale in interni e non su asfalto esterno) potete provare a mettere sotto alle gambe del cavalletto un asciugamano, delle pattine oppure un pezzo di cartone. La partenza del movimento non sarà fluida ma se fate attenzione e vi impegnate a usare una forza regolare, questo trucchetto vi sorprenderà! E se lo unite ad uno stabilizzatore in fase di post-produzione, avrete modo di correggere eventuali piccole imperfezioni.

Altrimenti potete usare la classica sedia con le ruote, anche se è più difficile da manovrare. Se invece siete in esterni potete salire su uno skateboard e farvi spingere da un amico, che vi usa come se foste una steadycam.
Io ho provato anche un carrello montacarichi, è un tantino scomodo, ma tutto quello che ha le ruote può aiutare.

Se le condizioni non permettono nessuna di queste soluzioni, ricordatevi che il smeplice cavalletto può essere usato in modo creativo. Per esempio, inclinandolo in avanti e controbilanciando l’inquadratura con la rotazione in verticale, potete ottenere una breve carrellata in avanti.


Nastro Adesivo

Infine non dimenticate mai lo scotch. Sembra incredibile ma su un set almeno l’80% delle volte e per i motivi più disparati risulta utile avere del nastro adesivo per risolvere una situazione, che sia per fissare uno strumento il cui supporto si è rotto, nascondere dei cavi, fissare fondali, improvvisare gobbi, segnare le posizioni degli attori… etc.


Guarda i nostri video:

Ascolta i nostri podcast:


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!