La Creative Cloud di Adobe è la più nota suite di programmi creativi, contiene moltissime applicazioni, alcune delle quali sono ormai dei punti di riferimento del settore, come ad esempio Photoshop.
Naturalmente questi software sono a pagamento e, da qualche anno, tramite abbonamento mensile o annuale. Fortunatamente esistono sempre più alternative gratuite a queste tipologie di applicazioni, alcune delle quali non hanno nulla da invidiare quelle a pagamento. Quella che presentiamo è una nostra selezione per categoria.


Editing di Immagini

GIMP è il più noto programma gratuito per l’editing dellle immagini, è davvero molto potente, completo e multipiattaforma. Anche se nel tempo è migliorata molto, l’interfaccia grafica è forse il punto dolente di questo programma, essendo un po’ meno intuitiva rispetto ai concorrenti.
In questo senso Paint.Net è sicuramente un’alternativa migliore: è leggero, facile da usare e ha un’interfaccia molto simile a quella di Photoshop.

Se invece state cercando un programma per il digital painting, potete esplorare il gratuito Krita oppure MediBang Paint, quest’ultimo disponibile anche per mobile e ipad.

Parlando invece di alternative a Illustrator, sicuramente il più famoso software free per il disegno vettoriale è Inkscape, disponibile sia per Windows che per Mac


VIDEO E POST PRODUZIONE

Trovare un programma di editing video gratuito decente è stata una missione impossibile per molto tempo, ma oggi abbiamo diverse alternative. DaVinci Resolve è sicuramente lo strumento più interessante, essendo un tool professionale che, nella sua versione gratuita, ha davvero pochissime limitazioni. Nascendo come strumento per Color Correction e Color Grading cinematografica, è quasi senza concorrenti nell’ambito, ma negli ultimi anni sono state aggiunte moltissime funzioni facendolo diventare un programma di montaggio video completo al 100%.

Un altro software che ci sentiamo di consigliare è HitFilmExpress, anche in questo caso si tratta di una versione gratuita di un software commerciale. Anche per via della sua interfaccia, risulta molto simile a Premiere Pro, con la differenza che al suo interno comprende un ambiente per creare effetti speciali, simile a quello che potremmo trovare in After Effects.

Rimanendo sui software di PostProduzione, Fusion è un software a nodi simile a Nuke, che è usato nelle grandi produzioni cinematografiche di tutto il mondo, ma con una versione gratuita molto completa. Essendo, come DaVinci, un prodotto BlackMagic, i due programmi sono integrabili fra loro.

Parlando di Effetti speciali, non possiamo tralasciare la grafica 3D. La suite Adobe in realtà non ha un vero programma di modellazione e animazione 3D. Tuttavia è doveroso segnalare Blender che, con la sua ultima versione 2.8, è diventato un software davvero completo e molto potente. E’ possibile modellare, fare sculpting, animare, creare simulazioni fisiche, fare compositing per gli effetti speciali e anche montaggio video. Questo significa che può essere usato anche per il design, l’architettura, la stampa 3D, i videogiochi, la realtà virtuale o la realtà aumentata.
Se vi interessa, ne abbiamo parlato nello specifico in un episodio precedente.

Inoltre, se vi serve creare figure umane in 3D da usare nei vostri progetti, potete utilizzare il gratuito MakeHuman, che come principio è molto simile ad Adobe Fuse, e vi permette di generare in modo automatico, ma personalizzabile, qualsiasi tipo di personaggio.


Editing Audio

Per quanto riguarda i software audio andiamo sul sicuro. Benché ci siano diversi programmi gratuiti per la registrazione e l’editing audio, Audacity rimane il migliore software freeware: facile, leggero, completo. E’ un multitraccia che soddisfa tanto i musicisti e chi ha bisogno di un solido programma per registrare fonti audio, quanto chi ha bisogno di lavorare sulla post-produzione, permettendo anche di installare VST esterni.


Testo e Impaginazione

Se parliamo di testo e impaginazione, un’alternativa storica al più noto InDesign è sicuramente Scribus, disponibile per Windows e Mac. Ultimamente si sta facendo strada l’app Canva, disponibile via browser, e che mette a disposizione una grande varietà di template da modificare liberamente.


Vi abbiamo elencato i software gratuiti che consigliamo come alternativa a quelli a pagamento per creare la propria suite di produzione creativa. Ovviamente, questi non sono gli unici esistenti, e ci sono anche altri programmi molto utili e interessanti che semplicemente non hanno una corrispondenza nella Creative Cloud di Adobe. Di questi ne parleremo nelle prossime puntate.


Guarda i nostri video:

Ascolta i nostri podcast:




Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!